Trecator.ul Nichita Stănescu... Călăream pe un cal şi deodată-am văzut că eu sunt calul acela Şi deodată am văzut că ei doi galopează pe mine. Mă învolburam şi deodată i-am văzut pe cei trei, când umbra mea din spatele meu mi-a strigat: - Eu sunt tu. Lasă-i pe cei patru să-şi urmeze destinul... lasă-i!

under construction... dude

video


in principio Dio creò il cielo e la terra.
sia la luce!
e la luce fù

abbastanza...

le acque brulichino di esseri viventi
e uccelli volino sopra la terra,
davanti al firmamento del cielo
e Dio vide che era cosa buona…

ci credo... era da solo…

dopodichè ha avuto una pessima giornata
e ha fatto l’uomo…
ha capito forse da subito che era una cosa da niente
ma comunque gentile ha detto…

siate fecondi e moltiplicatevi,
riempite la terra…

e non si riferiva alla stupidità…

le sue giornate
stavano peggiorando
e cosi un mal di testa aveva…
che al epoca di aspirina non si parlava

e poi nel silenzio nato dentro le sue parole
subi nel complicato bus quotidiano
dell'iq humano

un movimento d’ispirazione con tanto
ma tanto…
amore…

che manco oggi si sa per…
come sono andate le cose
e cosi… poco convinto creò
la prima’donna…
e vide subito l’inizio della fine

ma poi più tardi…
con estrema saggezza
si mando il figlio nel campo di boyscout terestri
dove esso messi pochissimo
ad imparare come vanno le cose…
per poi finire sulla fionda…
perchè all'epoca I falegnami erano molto bravi…
come tuttora
oggi
stesso

adesso ‘sto vecchietto simpatico
sorride assente cercando qualcosa…
però non si ricorda…
e poi che cavolo e quel circo laggiù…
boh…

.

Nessun commento:

Archivio blog